Messinscèna

Gianni Politi 

12 marzo 2020

dalle ore 19 alle 00

Via degli Ausoni 1, 00185, Roma

"Un quadro c’è sempre. Perché basta sapere che in un luogo un quadro c’è stato e quindi in quel luogo l’immagine vivrà lì sospesa nella stanza anche senza il suo supporto fisico.

Un quadro esiste anche se nessuno lo guarda e le immagini esistono ancor prima di essere dipinte perché sono già

nella testa delle persone.

Le immagini esistono quindi anche prima che vengano pensate, in un luogo altro che io di certo non conosco

e nemmeno te, amor mio."

GIANNI POLITI (Roma, 1986)

Studia filosofia presso l’Università di Roma Sapienza.

Attraverso l’uso di materiali classici della tradizione pittorica italiana ha sviluppato una pratica basata su processi privati che avvengono nello studio nel tentativo di generare immagini spontanee.

Lo studio diventa quindi soggetto e oggetto di una produzione pittorica variegata e che sfocia anche nell’uso di sculture per narrare il quotidiano sforzo di dipingere oggi. Nel tentativo di ridefinire la pittura astratta oggi, l’artista carica il lavoro di esperienze e ricorrenze personali riflettendo su temi primari come amore, amicizia e sessualità in un tentativo costante di mitizzare i materiali utilizzati.

L’artista ha mostrato il suo lavoro in varie istituzioni nazionali ed internazionali tra cui La Galleria Nazionale di Roma, Nomas Foundation, MAXXI, MACRO e l’Italian Cultural Council di Praga. 

Il suo lavoro è rappresentato dalla Galleria Lorcan O’Neill di Roma.

Performance di Gianni Politi

6 Ottobre 2020 

Documentazione fotografica: Numero Cromatico

© 2020 by Numero Cromatico

  • Facebook
  • Instagram