CHI SIAMO

Numero Cromatico è un centro di ricerca fondato a Roma nel 2011 da un gruppo

di ricercatori provenienti dal mondo delle arti visive e delle neuroscienze. 

Il centro progetta e propone attività innovative sull’approccio scientifico alla ricerca artistica.

Oltre all’attività di ricerca, in nove anni sono state ideate e prodotte mostre, conferenze, seminari, pubblicazioni, laboratori, performance ed eventi.

Fin dalla fondazione il centro di ricerca è editore della rivista Nodes, unico periodico

in Italia sulla relazione tra arte e neuroscienze.

Nel 2016, dopo 5 anni di attività, il centro di ricerca riqualifica un grande spazio di 200 mq a

via Carlo Caneva a Roma. Un’ex rimessa di distributori automatici che il gruppo trasforma in uno spazio culturale aperto al pubblico. In due anni sono state svolte numerose iniziative culturali alle quali hanno partecipato, a vario titolo, più di 2000 persone da tutto il mondo, tra artisti, curatori, galleristi, giornalisti, studenti e cittadinanza.

Dal 2018 il centro muove la propria sede presso il Pastificio Cerere, in via degli Ausoni, nel cuore dello storico quartiere romano di San Lorenzo.

Dionigi Mattia Gagliardi

Artista e ricercatore, presidente di Numero Cromatico e editor-in-chief della rivista Nodes. Si occupa di psicologia dell'arte e neuroestetica. La sua produzione artistica è incentrata sulla creazione di opere prive del contributo emotivo dell’autore e utilizza le neuroscienze per la comprensione della risposta psicologica e razionale del fruitore d’arte. Dal 2015 produce opere pittoriche attraverso metodi scientifici. Alcune di opere hanno portato allo sviluppo di un progetto di ricerca in collaborazione con l’Università Sapienza di Roma presentato lo scorso anno ad ArtVerona come primo esperimento di neuroestetica in una fiera d’arte italiana. Da anni promuove l’importanza delle teorie dell’arte come base per la produzione artistica. Dal 2016 insegna nelle accademie e attualmente è professore al Quasar Institute for Advanced Design a Roma. È membro dell’International Association of Empirical Aesthetics e del comitato scientifico della Rivista di Psicologia dell’Arte.

Salvatore Gaetano Chiarella

Artista e ricercatore, membro di Numero Cromatico e redattore della rivista Nodes.

Si occupa di psicologia cognitiva e neuroestetica sperimentale. La sua produzione è incentrata sulla creazione di opere

che indagano i meccanismi coinvolti nella percezione cosciente e nella rappresentazione del sé. Dal 2016 con Numero Cromatico

e presso la Sapienza Università di Roma conduce ricerche sperimentali sulla relazione tra attenzione selettiva e memoria sensoriale visiva. Queste ricerche hanno portato alla produzione delle opere Iconic Film 3:30 (2016) e Iconic Film (2020). Dal 2018 è impegnato

in studi sperimentali dell’esperienza intersoggettiva. Dottorando in Psicologia

e Scienza Cognitiva presso il laboratorio “Consciousness and Cognition” del Dipartimento di Psicologia, Sapienza Università di Roma. Attualmente collabora con l’Istituto

di Scienze e Tecnologie della Cognizione (ISTC) – CNR di Roma,

University of Allahabad e KU Leuven. 

Manuel Focareta

Artista e ricercatore, vicepresidente di Numero Cromatico e redattore della rivista Nodes.

Si occupa di poesia in relazione alle nuove tecnologie di comunicazione, alla comunicazione visiva e all’Intelligenza Artificiale. I punti focali della sua pratica artistica sono l’astinenza espressiva dell’autore, l’utilizzo di processi generativi nella produzione letteraria e lo studio delle componenti spaziali e visive del testo.

Dal 2014 al 2017, ha prodotto opere poetiche utilizzando i Social Media e alcune dating app, coinvolgendo attivamente gli utenti.

Negli ultimi anni ha spostato la sua attenzione verso le Reti Neurali Artificiali, con lo scopo di generare testi capaci di attivare il fruitore su grandi temi esistenziali come la morte, l’amore, il lutto, la perdita.

PORTFOLIO NUMERO CROMATICO >

Marco Marini

Artista e ricercatore, segretario di Numero Cromatico e redattore della rivista Nodes.

Si occupa di deprivazione visiva.

Le sue sperimentazioni sono incentrate sul disegno, la pittura e su azioni performative che coinvolgono se stesso e il pubblico, creando situazioni che indagano la spontaneità, la relazione con l’altro, con ambienti architettonici e urbani in cui la deprivazione visiva funge da strategia operativa per l’annullamento di contenuti spontanei ed emotivi.

Dal 2010 ha condotto diverse sperimentazioni sul disegno alla cieca sia in Italia che all’estero, coinvolgendo diversi pubblici sia all’interno

di istituzioni universitarie che museali.

Dal 2010 al 2012 è stato coordinatore delle attività didattiche presso i Musei Capitolini

e dei corsi di Teoria della Percezione, Psicologia della Forma e Psicologia dell’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Roma.

Giulia Torromino

PhD in Neuroscienze del comportamento dal 2017, è attualmente post-doc presso il Telethon Institute of Genetics and Medicine (TIGEM) 

e l’Istituto di Biologia Cellulare e Neurobiologia del CNR. Nel 2017 è stata borsista presso l’Italian Academy for Advanced Study in America alla Columbia University di New York. Ha condotto periodi di ricerca in diversi centri tra cui lo Zuckerman Mind Brain and Behavior Institute di New York, la Charles University di Pilsen, la Aix-Marseille University a Marsiglia, lo Champalimaud Center for The Unknown a Lisbona e il DANDRITE Center della Aarhus University.

È fondatore della rivista Nodes, per cui ha pubblicato e tradotto diversi articoli sulla creatività e la relazione tra arte e neuroscienze.

Futura

Adottata dall'ENPA di Crotone a dicembre del 2018. Da subito è entrata a far parte del gruppo. Dolce e affettuosa con tutti, vuole solo carezze. 

Il suo nome è un omaggio al movimento futurista. 

Luisa Amendola

Dopo aver conseguito la laurea in Giurisprudenza si abilita all'esercizio della professione forense e consegue nel 2013 un Dottorato di Ricerca in Tutela dei Diritti Umani.

Diviene in seguito Cultore della materia in Diritto Penale presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Catania.

Consegue, nell'aprile del 2019, il diploma accademico in Decorazione presso l'Accademia di Belle Arti di Roma. Continua ad essere interessata alla ricerca e a febbraio dello stesso anno inizia a collaborare con il centro di ricerca Numero Cromatico.

Marianna Rossi

Art director e designer multidisciplinare

dalla formazione umanista, si occupa 

di interfacce, editoria, illustrazione, branding

e digital storytelling. Ha raccolto esperienze lavorative negli USA e in Italia. 
Presso Numero Cromatico si occupa della progettazione dell'identità visiva degli eventi organizzati negli spazi del centro di ricerca.

Sara Cuono

Artista e ricercatrice, membro di Numero Cromatico e redattrice della rivista Nodes.

È laureata in Photographic Arts presso la University of Westminster di Londra, città in cui ha lavorato in ambito artistico e fotografico. In quel periodo, la sua pratica si è focalizzata principalmente sulla natura della fotografia come linguaggio. Attualmente, utilizza la fotografia come strumento per indagare in che modo l’immagine stimola la produzione di significato nel fruitore.

Licia Masi

Industrial, textile e visual designer.

ha conseguito la laurea triennale in Disegno Industriale presso il Politecnico di Bari e successivamente la magistrale in Design, Comunicazione visiva e Multimediale presso l’Università Sapienza di Roma.

Si occupa di grafica, editoria e illustrazione.

Con la tesi dal titolo “3D Textile Surface” ha ricevuto la “Targa Giovani 2016" da parte dell'ADI DESIGN INDEX.

© Numero Cromatico 2021